A chi spetta la garanzia?
Ai consumatori, ossia le persone fisiche che acquistano un autoveicolo per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta.

Quanto dura la garanzia?
Per quanto riguarda i veicoli usati la garanzia è fissata contrattualmente in un periodo di 12 mesi.

Quale garanzia spetta all'acquirente di un veicolo usato?
Quella di ottenere, dal venditore, un bene conforme alle pattuizioni contrattuali. Diritto alla garanzia, non è diritto alla riparazione del veicolo ma ad ottenere un veicolo "conforme" a quanto descritto nel corso della trattativa di vendita.

Cosa significa che un veicolo usato è "conforme" al contratto di vendita?
a) che corrisponde alla descrizione fatta dal venditore
b) che risponde alle aspettative che il consumatore ha maturato in relazione alle caratteristiche enunciate dal venditore o enfatizzate attraverso i messaggi pubblicitari.

Se il venditore comunica all'acquirente l'esistenza di difetti o di stati di usura eccessivi rispetto alla media, opera ancora la garanzia di conformità?
La garanzia Legale di conformità non opera in questo caso perchè il venditore ha agito con trasparenza permettendo al consumatore di maturare correttamente la sua decisione di acquisto. Non opera nemmeno quando il consumatore, con l'ordinaria diligenza, avrebbe potuto accertare l'esistenza del difetto o lo stato di estrema usura del veicolo.

Il consumatore può pretendere che il venditore si faccia carico dei costi di eventuali riparazioni per il periodo di un anno dal momento dell'acquisto?
Il consumatore non può pretendere che il veicolo usato sia garantito "come nuovo" pertanto la garanzia vale solo per i difetti di conformità non derivanti dall'uso normale e non derivanti da rotture improvvise e si deve tenere conto del tempo, del pregresso utilizzo, cioè:
a) dell'anzianità del veicolo.
b) dei chilometri percorsi.
c) dello stato di usura medio che si può attendere in un veicolo che abbia quella anzianità e quel chilometraggio.

Quali diritti ha l'acquirente nel caso in cui il veicolo non fosse conforme a quanto descritto nel contratto?
Al consumatore spetta, come primo rimedio ad un difetto di conformità, il ripristino senza spese del bene per renderlo conforme al contratto di vendita (riparazione). Nel caso in cui la riparazione sia impossibile od eccessivamente onerosa o tardiva o comporti notevoli inconvenienti per il consumatore, quest'ultimo ha diritto ad una riduzione del prezzo proporzionale all'entità del difetto o alla risoluzione del contratto con restituzione del prezzo, ma dovrà corrispondere un importo per l'utilizzo del veicolo. La limitazione dell'utilizzo che deriva dal difetto di conformità deve essere rilevante.

Doveri del consumatore
Il consumatore è tenuto ad un uso corretto del veicolo, evitandone il sovraccarico, la circolazione su strade non adeguate ed attenendosi alle disposizioni delle autorità preposte alla circolazione, e usi diversi da quelli riportati sul libretto di circolazione. Il consumatore è tenuto ad assicurare la manutenzione ordinaria prescritta dal costruttore e mantenere la documentazione fiscale degli interventi effettuati. In particolare il consumatore deve assicurare l'impiego di lubrificanti della quantità prescritta dal costruttore. In caso di difetto il consumatore deve presentare reclamo scritto al venditore, entro 60° giorno dalla scoperta del difetto. In nessun caso il consumatore ha diritto a disporre riparazioni od altri interventi per l'eliminazione del difetto, senza:
a) specifica autorizzazione del venditore, direttamente o per tramite di R.P.M.
b) risposta del venditore, direttamente o per tramite di R.P.M. entro un termine congruo (in relazione all'entità del difetto e alle circostanze ed al periodo in cui i rimedi sono richiesti).
Il venditore, direttamente o per tramite di R.P.M., potrà legittimamente rifiutare rimborsi per lavori effettuati prima di presentare reclamo o, comunque, senza sua autorizzazione.

Consigli per un uso corretto del veicolo:
Un arresto tempestivo del veicolo in caso di funzionamento anomalo o all'insorgere di un difetto è indispensabile. Un arresto tempestivo del veicolo in caso di accensione di spie sul quadro di bordo o pre innalzamento, anche saltuario, della temperatura dell'acqua o dell'olio è indispensabile. Non effettuare la manutenzione ordinaria prevista dal costruttore può comportare danni al veicolo per negligenza.

Guida al reclamo in caso di riscontro di un difetto sul veicolo
In caso di riscontro di un difetto dovrete inoltrare a mezzo email/fax il modulo allegato. "Reclamo di conformità contrattuale" a R.P.M., quale unico gestore in nome e per conto del venditore, che esaminerà il Vostro reclamo ai sensi dell'art. 1519 quater (diritti del consumatore) del Decreto Legislativo n. 24/2002. In caso di accettazione, R.P.M., Vi richiederà di portare il veicolo presso il venditore (o officine convenzionate) che dovranno inviare un preventivo di spesa ed attendere l'autorizzazione scritta, da parte di R.P.M., per effettuare la riparazione. R.P.M. evaderà la richiesta in un tempo ragionevole, in relazione all'entità del difetto e alle circostanze ed al periodo in cui i rimedi sono richiesti.

Torna alla pagina precedente

©2009,2017 MicroSys Servizi Informatici s.a.s. - Tutti i diritti riservati - P.Iva 09296750962